Parco dei Nebrodi: perchè non tutelare la petagna di San Salvatore di Fitalia?

Petagna
LETTERA APERTA ALL'INFORMATORE DEI NEBRODI
Sono Lollo Rosario di San Salvatore di Fitalia, abito a Milano e faccio parte del Gruppo Botanico Milanese.
Nell'ambito di una Settimana Botanica sui Nebrodi con base a San Salvatore, abbiamo avuto modo di ammirare delle splendide stazioni di Petagna. Con piacere vedo che la Direzione del Parco si sta muovendo per proteggere questa rarissima pianta erbacea, però con grande meraviglia noto che delle stazioni di San Salvatore non si vede neanche traccia, nonostante c'è una richiesta ufficiale del nostro Sindaco. Nelle qualità di appassionato naturalista ed amante della flora dei Nostri Nebrodi, chiedo come mai San Salvatore non è preso in considerazione in questo progetto.
Cordiali Saluti.

vedi anche articolo del 29 maggio 2012 su Nebrodiario:
San Salvatore di Fitalia: richiesta inserimento del Comune nel progetto LIFE

La petagna dei Nebrodi: la petagna (Petagnaea gussonei) è una pianta appartenente alla famiglia delle Apiaceae (o Umbelliferae), endemica della Sicilia. Si tratta di una pianta perenne, rizomatosa, alta 10–45 cm.
Segnalata per la prima volta nel vallone Calagna (Tortorici), in un'area contigua ma esterna al Parco dei Nebrodi, la P. gussonei è stata successivamente individuata anche in alcune aree all'interno del Parco quali il torrente Fiumetto, contrada Cufò e contrada Tonacelle (Galati Mamertino), nel bosco di Mangalaviti (Longi), e in contrada Acquasanta (Tortorici).
Prospera in vicinanza di sorgenti e ruscelli di montagna, tra 400 e 800 m di quota, all’ombra della fitta vegetazione di querce (Quercus pubescens) e noccioli (Corylus avellana).
Può essere considerata una specie relitta dell’antica flora dell'era terziaria che decine di milioni d'anni fa popolava la zona.
Il Parco dei Nebrodi ha avviato da tempo un progetto di ricerca sulla petagna (cercando su Google abbiamo trovato un documento)

Anche noi, assieme al sig. Lollo Rosario, ci attendiamo una risposta dall'Ente Parco dei Nebrodi, ed in particolare, dal responsabile del Progetto LIFE 2012. La richiesta ci risulta ragionevole e interessante!

 
 
 
 
Powered by DiBi Studio | Tutti i diritti riservati | portaledeinebrodi@gmail.com