Caprileone: lettera del Sindaco sulla problematica lavoratori ATO ME1

Al Presidente della Regione Siciliana e Commissario Delegato per L’Emergenza Rifiuti in Sicilia, On. Raffaele Lombardo
All’Assessore Regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità, dott. Claudio Torrisi
Al Direttore Generale del Dipartimento delle Acque e dei Rifiuti, dott. Marco Lupo

OGGETTO: Problematica lavoratori ATO

La difficile situazione economica che coinvolge anche, se non soprattutto, il nostro territorio sta provocando gravi disfunzioni perfino al sistema della gestione dei rifiuti. Infatti, la ridotta capacità contributiva delle famiglie ha fatto diminuire, con maggiore evidenza proprio in questi ultimi mesi, le entrate della società ATO ME 1 con conseguenti ritardi nei pagamenti relativi all’intero ciclo dei rifiuti e, in particolar modo, nei confronti dei dipendenti delle ditte affidatarie del servizio. A ciò si aggiunga la situazione di confusione ed incertezza normativa, frutto di continui provvedimenti modificativi e successivi interventi interpretativi, che rende più arduo lo svolgimento da parte dell’ATO delle attività finalizzate soprattutto al recupero della liquidità indispensabile ai pagamenti; a tal proposito è sufficiente evidenziare il risvolto negativo che la suddetta situazione ha provocato in ordine alla riscossione coattiva che, in assenza di chiare e precise indicazioni da parte degli organi regionali, attualmente non può fornire il gettito di entrate preventivato .
La scrivente ha da sempre attenzionato, a tutti gli organi competenti, la difficile situazione di cui sopra facendosi, per ultimo, parte attiva negli incontri tenuti anche presso il Dipartimento Rifiuti alla presenza dei Dirigenti Regionali, di alcuni Sindaci, dei vertici dell’ATO e dei rappresentanti delle ditte, dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali. L’impegno profuso in questi mesi è stato indirizzato sia alla ricerca di soluzioni in grado di sbloccare la concessione delle anticipazioni finanziarie da parte della Regione e previste dalla normativa vigente, sia ad evitare che a causa di sviste legislative relative alla liquidazione degli ATO possano esserci gravi ripercussioni economiche sui bilanci dei nostri comuni.
E’ indispensabile e non più procrastinabile l’intervento finanziario sopraccitato, che permetterà di dare risposte e risorse immediate alle ditte e, soprattutto, ai lavoratori impegnati nel servizio, scongiurando, nell’intera provincia di Messina, le nascenti emergenze igienico-sanitarie e di ordine pubblico.
A tal uopo, gli Organi Regionali, così come individuati dalla normativa vigente, devono provvedere, con immediatezza, all’emanazione e pubblicazione di quella Circolare, da troppo tempo attesa, che esplicherà modalità e tempistiche relative all’assegnazione finanziaria di anticipazioni. Gli stessi dovranno, inoltre, in tempi rapidi provvedere alle opportune correzioni legislative che, normando in maniera più opportuna la fase di liquidazione dell’ATO, eviteranno possibili danni erariali e i conseguenti gravi riflessi economici sui bilanci pubblici con inevitabili paralisi economico-gestionali dei nostri enti. Ulteriori, ingiustificati, ritardi getterebbero sul lastrico intere famiglie.
Distinti saluti
Il Sindaco di Capri Leone
Bernardette Grasso


 
 
 
 
Powered by DiBi Studio | Tutti i diritti riservati | portaledeinebrodi@gmail.com