Chi abbandona un cane lo condanna, anche sui Nebrodi!

L'abbandono dei cani è un gesto incivile, è un reato e rappresenta la causa primaria del randagismo. Contrastare l'abbandono dei cani è l'obiettivo delle campagne di sensibilizzazione lanciate dal Ministero della Salute, condivise e realizzate in collaborazione con i Comuni e le Province. 
L’abbandono dei cani, oltre ad essere un gesto incivile e un reato perseguito in Italia ai sensi dell’art. 727 del Codice penale con l’arresto fino a un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro, rappresenta la causa primaria del randagismo.
Il fenomeno del randagismo implica una serie di importanti conseguenze dal punto di vista igienico, sanitario e sociale. Basti pensare, ad esempio, ai numerosi incidenti stradali causati dal vagabondare di animali randagi e alle possibili patologie da questi trasmesse al bestiame e all’uomo. 
Contrastare, quindi, l’abbandono dei cani è l’obiettivo della campagna lanciata dal Ministero della Salute anche nel 2012.

Guarda lo spot 2012

 
 
 
 
Powered by DiBi Studio | Tutti i diritti riservati | portaledeinebrodi@gmail.com