Parco dei Nebrodi: il 24 maggio, "Giornata Europea dei Parchi", escursione al lago Pisciotto

Lago Pisciotto - Tortorici - Parco dei Nebrodi
Gioved' 24 maggio, in occasione della "Giornata Europea dei Parchi", il centro visite di Tortorici dell'Ente Parco dei Nebrodi, organizza una escursione guidata al lago Pisciotto e ai laboratori ludico-didattici dedicati agli studenti delle scuole del territorio.
L'appuntamento è per le ore 9,30 presso il bivio di Portella Mitta, strada statale 116, circa 2 km prima dell'abitato di Floresta provenendo da Ucria.
Info & Contatti: d.ssa Francesca Paterniti: 0941.4231260/262 - 339.5382338 - 345.9214817

Informazioni sul Lago Pisciotto
Il Lago Pisciotto, meta dell'itinerario, è un invaso naturale di modeste dimensioni ma di grande interesse naturalistico. Si trova nel comune di Tortorici a quota 1250 metri s.l.m.
La zona attorno al lago è stata sottoposta ad azione di valorizzazione e di recupero da parte dell'Ente Parco nell'intento di preservare le zone umide e le varie specie di uccelli stanziali e migratorie che le abitano.
Il paesaggio che caratterizza la zona circostante il lago è caratterizzato da ampie aree pascolative tipiche dei Nebrodi, permettendo cosi di godere, soprattutto durante la primavera, del verde intenso dei prati erbosi arricchiti dai variopinti colori dei fiori.
Paesaggio che nei mesi estivi, esaurite le fioriture, scopre le ampie radure con pietraie e lembi di prato arido, rupi assolate con tipica vegetazione xerofila, collinette ricoperse di caratteristiche essenze cespugliose ed arbustive dove non mancano boschi residui di cerro.
Da non trascurare la visita invernale del luogo, quando piante ed animali vivono nel silenzio della natura. A queste altitudini gli inverni sono molto rigidi e la neve ricopre ed ammanta, a volte per diversi mesi, il terreno, gli alberi ed i cespugli. Sarà facile, così, trovare il Lago Pisciotto con la superficie ghiacciata ed apprezzare questo aspetto particolare del luogo.
Numerose le piante presenti nella zona, alcune delle quali rappresentano endemismi caratteristici di questi monti. Possibile riconoscere diverse graminacee quali la covetta, il loglio, l'erba mazzolina, la fienarola; tra le Leguminose troviamo invece la cicerchia e diverse specie di trifoglio; tra le Composite il cardo di Valdemone (endemica), la cicoria, la costolina levigata, la pratolina comune e tante altre.
L'aspetto faunistico più importante legato al piccolo specchio d'acqua è sicuramente quello ornitologico, con diverse specie di uccelli, migratori e di passo, che frequentano il luogo.
Tra le specie di maggiore interesse troviamo il germano reale, l'airone, il beccaccino e le folaghe, uccelli che qui trovano un luogo di sosta durante le loro migrazioni.
È anche possibile incontrare piccoli mammiferi tra i quali: il topo di campagna, l'arvicola, la volpe, il coniglio, la donnola, il gatto selvatico. E così anche diversi anfibi, rettili ed insetti.
Dal Lago Pisciotto è possibile godere di bellissimi panorami; continuando in direzione nord per qualche centinaio di metri si raggiunge un punto panoramico che sovrasta la splendida vallata tortoriciana, e sono visibili alcune tra le più significative cime dei Nebrodi.
Il Lago Pisciotto è facilmente raggiungibile imboccando la strada asfaltata che da Portella Mitta (S.P. 116 tra Piano Campo e Floresta) prosegue verso Porcella Castagnera (1430 m. s.l.m.) e quindi per contrada Buzzarita Badessa. Dopo aver costeggiato un piccolo bosco di cerri e pioppi a destra, e lasciato a sinistra un caseggiato rurale che ospita i pastori nei mesi estivi, si attraversa un ponticello e si gira a destra giungendo così, dopo circa 500 metri, al lago. 
(fonte e testi: www.parcodeinebrodi.it)

 
 
 
 
Powered by DiBi Studio | Tutti i diritti riservati | portaledeinebrodi@gmail.com