Parco dei Nebrodi: cresce la colonia di grifoni delle Rocche del Crasto

Parco dei Nebrodi: cresce la colonia di grifoni delle Rocche del CrastoNuovi individui di grifoni sono stati rilasciati nel Parco dei Nebrodi. Nella mattinata del 22 marzo, ad Alcara Li Fusi, presso "l'area del grifone" di contrada Grazia, un gruppo di 3 di questi avvoltoi è stato liberato, andando così ad aumentare la colonia delle Rocche del Crasto, il massiccio montuoso dove questi grandi uccelli si sono insediati in seguito al progetto di reintroduzione realizzato dall'Ente Parco dei Nebrodi. Questi animali rilasciati sono fra quelli che erano stati importati dalla Spagna e che hanno trascorso il periodo di acclimatazione all'interno della voliera di stabulazione.
Ad attuare le fasi del rilascio il dottor Antonio Spinnato zoologo del Parco insieme al dottor Filippo Testagrossa dirigente dell'Ufficio Conservazione della Natura; presenti anche il dottor Giovanni Dell'Acqua dirigente della Ripartizione Faunistico Venatoria ed Ambientale di Messina, il medico veterinario Fabio Grosso, esperto di uccelli rapaci e diversi appassionati.
"Questi 3 nuovi individui di grifone rilasciati, vanno ad integrare la colonia del Parco dei Nebrodi, che ha raggiunto il numero di 60 individui"- commenta soddisfatto il Commissario Straordinario dell'Ente Parco Nino Ferro. "L'obiettivo che adesso ci siamo posti è quello di fare in modo che la popolazione dei grifoni delle Rocche del Crasto funga da colonia madre per altri territori della Sicilia.
Grazie al progetto di reintroduzione dell’avvoltoio grifone, realizzato dall’Ente Parco dei Nebrodi, una colonia di circa 60 individui si è insediata nelle Rocche del Crasto, il massiccio montuoso che si erge tra i paesi di Alcara Li Fusi, Longi e San Marco d’Alunzio, nidificando dal 2005.
(fonte www.parcodeinebrodi.it - foto prelevata dal sito http://www.tourartesport.it/)


Leggi il progetto di reintroduzione dell'avvoltoio grifone avviato dall'Ente Parco dei Nebrodi

 
 
 
 
Powered by DiBi Studio | Tutti i diritti riservati | portaledeinebrodi@gmail.com