Capo d'Orlando: incontro con le scrittrici orlandine

La ricorrenza dell’8 marzo, giornata internazionale della donna, costituisce per la Pro Loco di Capo d’Orlando la giusta occasione per esprimere un momento di riflessione.
L’8 marzo quest’anno cade in un momento di grave crisi economica e sociale e di profonda preoccupazione. Questa crisi viene pagata dalle fasce meno protette della popolazione, di cui le donne rappresentano, da sempre, l’anello economicamente più debole.
Precarietà, licenziamenti, aumento della disoccupazione e l’inoccupazione sono aspetti che hanno assunto proporzioni drammatiche.
Se finora l’Italia ha retto a questa crisi è anche perché sono state le donne che hanno messo in campo con intelligenza e creatività e, soprattutto, con grande responsabilità, tutte le loro risorse ed energie nell'economia e nella cura delle relazioni di cui riconoscono il valore primario.
La disoccupazione e la precarietà di tante giovani donne, anche con alta specializzazione, non permette loro di decidere il proprio futuro, annullando progetti e frustrando desideri.
Le relazioni familiari sorreggono, e spesso sostituiscono, un welfare debole e frantumato come è quello italiano. La violenza contro le donne cresce e non è adeguatamente contrastata e prevenuta. La forza delle donne, la loro qualità politica, sociale e culturale, se adeguatamente espressa, migliorerebbe questo Paese.
In questa giornata speciale, la Pro Loco di Capo d’Orlando vuole valorizzare lo straordinario impegno culturale delle donne, promuovendo una serie di incontri con le scrittrici orlandine, donne impegnate nella società, portatrici di storie personali che esprimono attraverso i propri libri. L’iniziativa avrà inizio alle ore 9,30, si svolgerà come una sorta di caffè letterario, e prevede la partecipazione, oltre che delle autrici, anche di alcune classi degli Istituti Scolastici della città (Istituti Comprensivi n°1 e n°2; Liceo Classico Scientifico “Lucio Piccolo”; Istituto Tecnico “F.P.Merendino”; Istituto d’Arte.
Ecco le opere presentate:
DIARIO D’IRLANDA – di Valentina Aglio Si dice che spesso nella vita accade l'improbabile, ciò che non avresti mai immaginato, ma che hai sempre sognato. Quando accade veramente, poi, non riesci a dominare l'emozione che si prova e vorresti raccontare la tua storia al mondo intero…
VALENTINA AGLIO è nata a Messina. Si è laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne presso l'Università di Messina nel 1999. Vincitrice del concorso a cattedra per l'insegnamento della Lingua Inglese negli istituti secondari, è stata nominata docente a tempo indeterminato presso il Liceo Scientifico "Lucio Piccolo" di Capo D'Orlando. Sin dall'adolescenza ha scritto poesie, anche in inglese, e racconti vari. Nell'aprile del 1999 ha pubblicato il suo primo romanzo, Storia di un'anima, Ed. Medusa, Napoli.

LA CONCHIGLIA MAGICA – di Adriana Merenda E’ una storia molto affascinante che ci fa venire voglia di estate e di mare. Ma, soprattutto, di vivere fantastiche avventure tra emozioni e risate a crepapelle. Sono pagine che si leggono tutte d’un fiato, piene di colpi di scena, di belle descrizioni, animate da personaggi molto simpatici. E’ un libro scritto con cura, in modo semplice ma elegante.
ADRIANA MERENDA è nata a Capo d’Orlando, vive e lavora in Trentino. Nel 1996 ha pubblicato – presso la Nuova Edizioni Romane - la raccolta Aspra di Boccasole e altri racconti, premiata al concorso “Città di Penne” nle 1997. Ciclamino Bellatesta si è aggiudicato, invece il Premio “Navile” 1998. Ha ricevuto diversi premi e segnalazioni, ad esempio, Aspra di Boccasole e altri racconti è stato premiato al concorso “Città di Penne” nel 2000, Ciclamino Bellatesta si è aggiudicato, invece il Premio “Navile” 1998, Il mistero delle luccipietre è stato finalista al Premio Bancarellino 2003 e La conchiglia magica è stata finalista al premio Castello di Sanguinetto nel 2006. Adriana Merenda è un'autrice prolifica di storie, racconti e non solo.

IL GIARDINO DI PETRA – di Rosaria Micale Le fiabe contenute in questo libro, pur ispirandosi alla più autentica tradizione popolare, nascono dalla personalissima inventiva di Rosaria Micale. Il linguaggio e i motivi spesso originali con cui esse si esprimono, le collocano nel filone aureo delle fiabe d’autore.
ROSARIA MICALE è nata a Salemi (TP), ma è originaria di Capo D'orlando, dove attualmente lavora e vive. Laureata in Filosofia presso l'Università degli Studi di Palermo nel 1986, inizia a Milano la carriera di insegnante. Ritornata in Sicilia nel 1996 continua a insegnare lettere nella Scuola Media di Naso (ME).

DONNE DI SICILIA – di Laura Letizia Il filo conduttore dell’opera “ Femmine di Sicilia “ è costituito dall’analisi introspettiva cui l’autrice sottopone le figure femminili ( e non solo ) protagoniste dei racconti. Come agisce o, meglio, reagisce la donna siciliana quando si trova in condizione di disagio o coinvolta in situazioni dolorose? Quale effetto hanno su di lei i cambiamenti e le innovazioni di una società sempre più rivendicativa e, a volte, falsamente progressista?
LAURA LETIZIA abita a capo d’Orlando dal 1976 ed insegna Storia e Filosofia al “Lucio Piccolo”. Ha cominciato a scrivere fin dall’adolescenza ed ha descritto tutte le sensazioni più intime: gioie, emozioni, speranze e, soprattutto, dolore. Solo nel 2002 ha deciso di raccogliere una piccola parte delle sue poesie in una raccolta “Antiche agavi. Spine incarnate nell’anima”, edita da Armando Siciliano, in cui è possibile trovare un’evoluzione pressoché cronologica della sua anima. Con questa raccolta ha ottenuto il 2° premio nella XII edizione “Premio letterario Nunzio Giordano Bruno. Accademia Nazionale Amici della Sapienza”. Con diverse poesie ha partecipato, ottenendo soddisfacenti risultati, ad altri premi letterari: alla 14° edizione Beniamino Joppolo – città di Patti; alla 3° ed. Poesia in Piazza associazione – cultura B. Joppolo; alla 14° ed. Rosario Piccolo; all’ed. del 2002 Coppolino Billè – città di Milazzo; alla 2° ed. Premio nazionale Valeria – città di Rieti.

LE PRATICHE COMMERCIALI AGGRESSIVE – di Maria Adalgisa Caruso L'Opera è rivolta allo studio della categoria delle pratiche aggressive che possono essere considerate scorrette quando influiscono sulla libertà di scelta del consumatore, condizionandolo tramite una violenza fisica oppure una pressione di natura psicologica.
MARIA ADALGISA CARUSO è docente universitaria presso il Dipartimento di Diritto dell'Economia e dell'Impresa, Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Messina.

COME PERSEIDI – Linda Liotta L’autrice, riuscendo a cogliere momenti significativi del viver quotidiano, descrive avvenimenti veri, concreti, spietatamente attuali rivestendoli di una aureola magica, di gioco e fantasia, quasi a voler indurre il lettore a dubitare di trovarsi in una dimensione reale o fiabesca.
Protagonisti sono i sentimenti umani, le emozioni, le riflessioni sui Valori, in cui ella ancora crede, che rendono la lettura piacevole, inducendo il lettore ad ulteriori riflessioni.
LINDA LIOTTA Linda Liotta nasce a Messina e risiede da oltre diciotto anni a Capo d’Orlando. Laureata in Giurisprudenza, unisce al suo lavoro un forte impegno sociale – collabora con diverse associazioni di volontariato – e un’intensa attività editoriale. Sotto quest’ultimo aspetto, la “troviamo” nella duplice veste di scrittrice, da una parte, e di editor e promoter dall’altra, frutto di un’intensa collaborazione con l’editore Armenio di Brolo.
Pro Loco Capo d’Orlando
Il Presidente
(Nino Letizia)

 
 
 
 
Powered by DiBi Studio | Tutti i diritti riservati | portaledeinebrodi@gmail.com