Unione dei Nebrodi: prosegue formazione per amministratori e dirigenti dei comuni

Continua giovedì 26 maggio, con il corso sul processo e sul procedimento amministrativo, il ciclo di formazione specialistica, organizzato dall’Unione dei Nebrodi per gli amministratori e i dirigenti dei sei comuni che ne fanno parte, iniziato con l’incontro in aprile sulle gare e i contratti pubblici in Sicilia.
Giovedì si parlerà delle norme del Codice del processo amministrativo, approvate con il D. lgs. 2 luglio 2010, n. 104) e delle nuove norme sul procedimento amministrativo di riforma della L.r. n. 10/91, approvate con la L.R. 5 aprile 2011 n. 5; norme che incidono profondamente anche sull’operatività degli Enti locali
Per avere un quadro più chiaro delle norme applicabili in Sicilia e sui riflessi delle nuove norme processali sui procedimenti amministrativi, l’Unione dei Nebrodi ha invitato il dott. Vincenzo Salamone , già consigliere del TAR Catania, oggi presidente di sezione del TAR Piemonte, per tenere un corso di formazione su "Il nuovo processo ed il procedimento amministrativo alla luce della Legislazione Regionale Siciliana"
Il corso, sottolinea il dott. Giuseppe Mastrandrea, presidente dell’Unione dei Nebrodi e Sindaco di Santo Stefano, ha la finalità di fornire agli operatori degli enti locali: amministratori, segretari, dirigenti e funzionari le necessarie conoscenze per poter gestire correttamente i procedimenti amministrativi, acquisendo una più approfondita consapevolezza delle disposizioni che governano l'attività amministrativa .
Il programma del corso, che si terrà nell’aula consiliare del comune di Capo d’Orlando giovedì 26 maggio a partire dalle ore 9,00 , dopo l’esame delle recenti novità introdotte in materia dalle legislazione nazionale e regionale, prevede l’esame delle problematiche del Processo amministrativo e i suoi riflessi sulla gestione dei procedimenti amministrativi di competenza degli enti locali.
Infatti la legge regionale n.5/2011, sulla semplificazione e trasparenza amministrativa, introduce delle novità significative: avendo rimodulato il sistema previgente della legge regionale n. 10 del 1991 sul procedimento amministrativo, soprattutto con una diversa regolamentazione dei tempi di conclusione del procedimento, oltre che in tema di conferenza di servizi e nell’introduzione del nuovo istituto della segnalazione certificata di inizio attività (SCIA).

 
 
 
 
Powered by DiBi Studio | Tutti i diritti riservati | portaledeinebrodi@gmail.com