Sant'Agata Militello: duro documento politico della minoranza consiliare

Dopo tutti i rilievi formulati in questi due anni di attività dell’Opposizione, volti a fare ravvedere l’Amministrazione rispetto alla discutibile gestione dei procedimenti amministrativi, spesso improntati al mancato rispetto delle norme e delle indicazioni provenienti dagli organi regionali sovraordinati, non possiamo non stigmatizzare con determinazione, per l’inconducente riferimento ad alcuni appalti degni di migliore cura, l’atto di solidarietà che recentemente la Maggioranza ha fatto al Sindaco in merito alle nostre preoccupazione sulle recenti vicende giudiziarie del Porto.

È offensivo anche nei confronti della città che la legittimità e la legalità degli atti posti in essere dall’Amministrazione sia giustificata con un elenco di procedimenti amministrativi che sono stati attenzionati e su cui sono stati fatti rilievi dalla Regione Siciliana, dalle autorità di controllo e dalle forze dell’ordine e che si tenti ancora una volta di fare passare tutto in sordina come se chi dissente da questa Amministrazione per le irregolarità che compie sia un bandito della peggiore specie.

Siamo noi a dover essere indignati di fronte a questa propaganda di legalità e di legittimità intorno proprio a quei procedimenti amministrativi che meritano di essere approfonditi per le irregolarità consumate ma sulle quali si preferisce far calare il silenzio.

Restauro Castello Gallego: Sono stati revocati gli incarichi precedenti e l’Amministrazione ha subito un decreto ingiuntivo di € 147.000,00

Riqualificazione Borgo Marinaro (Baglio Saraceno):
Vi è un contenzioso con il ristorante Baglio che ha chiesto danni per oltre 150.000,00 euro e sono state riscontrate anomalie nella gestione del finanziamento che in parte è servito a coprire i costi della rete di metanizzazione e, addirittura, per l’inaugurazione e l’arredo del Castello Gallego;

Rifacimento dell' emissario fognario lungo la Via Cosenz:
Gli incarichi tecnici sono stati contestati dalla Regione e non si capisce come sono stati pagati in presenza di gravissime irregolarità nell’affidamento degli stessi;

Ripristino serbatoio idrico Telegrafo e relativa rete di adduzione:
Tale appalto è stato oggetto di indagini penali;

Lavori di completamento Circonvallazione:
La regione ha contestato l’affidamento dell’incarico di direzione lavori ad architetti che per legge non possono ricoprire tale incarico, l’amministrazione ha perseverato negli atti illegittimi adottati, con il rischio che non si possa procedere al collaudo dell’opera e subito numerose contestazioni anche per la difformità dell’opera finanziata con quella andata in gara;

Lavori di riqualificazione lungomare primo stralcio:
I lavori appaltati non sembra risultano corrispondenti con l’opera finanziata e l’intervento si appalesa in contrasto con gli interessi della comunità e con il rispetto delle norme a tutela degli alberi di pregio;

Lavori di riqualificazione Piazza Duomo:
Solo una sommossa popolare ha salvato i numerosi alberi che l’amministrazione ha tentato di abbattere con il progetto mandato in appalto, con categorie previste nel bando di gara non corrispondenti con i lavori da realizzare;

Strada di collegamento Porto-Zona Industriale:
Anche in tale procedimento l’opera appaltata risulta diversa da quella finanziata e l’affidamento degli incarichi tecnici replicano il sistema “UTC S.Agata” più volte sanzionato dall’Assessorato Regionale Lavori Pubblici.

Casa degli anziani:
Ancora oggi, dopo anni, la Regione continua a chiedere chiarimenti in ordine a certe anomalie prime tra tutte l’aver estromesso il Consiglio Comunale dall’approvazione di una convenzione per l’affidamento di un servizio socio-assistenziale che è competenza dell’Organo Consiliare e l’aver celebrato una gara d’appalto con un unico partecipante senza decreto di concessione, ad oggi non ancora emesso, e di cui è stato fatto addirittura l’accertamento di entrata al Bilancio Comunale;

Vendita degli Immobili:
E’ ancora fresca nella memoria di tutti noi l’ammissione di errori nella gestione della gara per la vendita degli immobili da parte degli uffici, prova ne sia che non risultano ancora stipulati i relativi contratti di alienazione;

Per non parlare degli altri procedimenti, non citati dai consiglieri di maggioranza, evidentemente, per un senso seppure minimo di decoro, quali il Palazzetto dello Sport, Metanizzazione, Centro commerciale Karol, incarichi tecnici, piani di lottizzazione, edificazione senza previsione di parcheggi, mancanza di trasparenza e difficoltà nell’accesso agli atti , ATO rifiuti, per i quali le irregolarità da noi lamentate sono state acclarate dagli organi di controllo.

In considerazione di quanto sopra i sottoscritti chiedono all’UTC di rilasciare copia della corrispondenza relativa a lavori pubblici menzionati ed intercorsa con la Regione siciliana e con le altre Autorità di controllo, al fine di esaminare le criticità riscontrabili e procedere agli approfondimenti necessari, per il pieno espletamento del proprio mandato di vigilanza e controllo dell’azione amministrativa.

Con riserva di chiedere all’esito dell’accesso agli atti la rimozione dall’incarico dei funzionari che dovessero risultare responsabili di illegittimità e/o irregolarità pregiudizievoli agli interessi dell’ente e della comunità.

Nel contempo, i sottoscritti, confermano la loro appartenenza ad una Opposizione Consiliare solida e compatta e fanno rilevare che ancor più nel prossimo futuro continueranno ad operare nell’assoluto rispetto del mandato ottenuto dagli elettori ed in stretta collaborazione con la coalizione elettorale, i candidati delle tre liste ed i partiti dell’UDC e del PD che ci hanno sostenuto e consentito di avere due rappresentanze di partito in seno a questo Consiglio Comunale.

Si fa rilevare che in tutta l’attività dei gruppi consiliari, nei documenti presentati dai capigruppo, che con questo documento vengono reiterati, nonché nell’elezione del componente in seno al Collegio di Revisione, i sottoscritti hanno sempre interpretato gli interessi della città e sono stati sempre in linea con il progetto politico-elettorale di cui sono rappresentanti, portando avanti i temi di avanzamento della città in coerenza con la nostra idea di governo locale capace di guidare i processi di sviluppo con grande apertura, con grande trasparenza e nella assoluta legalità e lealtà verso i cittadini.

Sant’Agata Militello 18/03/2010

Antonino Blandi
Calogero Carrabotta
Calogero Maniaci
Giuseppe Puleo

 
 
 
 
Powered by DiBi Studio | Tutti i diritti riservati | portaledeinebrodi@gmail.com